Diritto penale degli affari

Il diritto penale del Principato di Monaco è retto dal Codice Penale promulgato il 28 settembre 1967, dal Codice di Procedura Penale promulgato il 2 aprile 1963 e da diversi testi specifici come le leggi n° 1.299 del 15 luglio 2005 sulla libertà di pubblica espressione, n° 1.362 del 3 agosto 2009 relativa al riciclaggio di fondi capitali, al finanziamento del terrorismo e alla corruzione, e n° 1.338 del 7 settembre 2007 sulle attività finanziarie.

Il diritto penale degli affari monegasco presenta notevoli differenze in confronto al diritto penale degli affari francese. Alcune infrazioni non esistono a Monte-Carlo, come l’abuso di beni sociali o l’organizzazione fraudolenta di insolvabilità. Esso si fonda su una procedura penale specifica che comporta delle qualificazioni penali proprie.

Il diritto penale e la procedura penale monegaschi hanno, in questi ultimi anni, conosciuto un’importante evoluzione, che ha reso necessario l’adattamento delle norme vigenti ai nuovi obblighi imposti dalla CEDU.

In materia di riciclaggio, la legge n° 1.322 del 9 novembre 2006 ha sostanzialmente modificato le norme applicabili, aumentando il numero delle infrazioni soggiacenti e preliminari al delitto di riciclaggio.

In materia di criminalità tecnologica, la Legge n° 1.435 dell’8 novembre 2016 ha trasposto nel diritto monegasco la Convenzione del Consiglio di Europa, Convenzione di Budapest sul crimine informatico: introduzione di nuove infrazioni nel Codice Penale (delitti relativi ai sistemi di informazione, usurpazione dell’identità) ; modernizzazione delle infrazioni penali classiche (delitto di minaccia) ; modernizzazione delle norme di procedura penale (perquisizione di sistemi informatici, sequestro di dati)

L’esperienza acquisita ci permette di assistere efficacemente i nostri clienti al fine di prevenire la commissione di infrazioni tramite l’adozione di misure destinate ad assicurare il rispetto delle norme vigenti in materia, ad esempio, di sicurezza delle persone e di ottenimento delle autorizzazioni imposte dalla legge.

Interlocutore

Sophie SCHUMACHER

Sophie SCHUMACHER

Sophie SCHUMACHER

Sophie SCHUMACHER

Ex avvocato al Foro di Nizza
Collaboratrice - Coordinatrice Generale

Sophie SCHUMACHER è specialista in diritto penale generale e in diritto penale degli affari. Si occupa anche di tutte le richieste relative al riciclaggio  di capitali. La sua esperienza nel diritto penale aiuta gli altri collaboratori e permette di anticipare le eventuali responsabilità penali che potrebbero apparire in ogni tipo di pratica.

Sophie SCHUMACHER è titolare di un master in diritto degli affari e di un master in mestieri del diritto ottenuti all’università di Nice Sophia Antipolis e di un master 2 in diritto degli affari conseguito presso l’università di Parigi XII. Ha prestato giuramento  a Nizza nel Gennaio 1997.

Settore di competenza
Diritto penale degli affari, procedura penale, diritto europeo dei diritti dell’uomo.
Per contattarla
Telefono: +377 97 70 40 70
Email: so@giaccardi-avocats.com
+