CEDU : Ricerca domiciliare nel contesto di una verifica fiscale (Legge italiana)

Brazzi v. Italia57278/11

Sentenze 27.9.2018 [Section I]

La legislazione nazionale che non richiede un controllo giurisdizionale preliminare o un controllo effettivo a posteriori di ricerca domiciliare, non fornisce al richiedente sufficienti garanzie contro l’abuso o l’arbitrarietà.

La Corte ha ritenuto all’unanimità che l’ingerenza con il diritto del richiedente al rispetto della sua casa non era “prescritta dalla legge” e costituiva una violazione dell’articolo 8 della Convenzione (rispetto della vita privata).

 

 
libero quis consectetur Curabitur Donec Nullam lectus venenatis, commodo Aliquam